La rappresentazione della notte nella fotografia è sempre stato un genere molto complesso prima di tutto per questioni tecniche.
La notte è il luogo che evoca paure, dove si oscura il paesaggio che conosciamo di giorno, richiama sogni e incubi oppure solo la quiete ed il silenzio.
Raccontare la notte, il cielo che copre d’oscurità la città, le periferie, le zone industriali, i centri commerciali, i borghi con un’irreale luce che proviene dal basso e non dall'alto, inizialmente spiazza l’osservatore. I luoghi, in virtù di questa luce, assumono una dimensione di una realtà altra.
La notte investe tutto, anche gli stessi fotografi, che le attribuiscono diversi significati ed interpretazioni, diventa luogo ma allo stesso tempo anche sfondo del mistero o di paesaggi romantici, tra antico e modernità, ma allo stesso tempo di avvenimenti sovversivi o tragici. La notte è il buio, il mistero.
Indubbiamente la notte ha sempre avuto un grande fascino per tutti gli artisti essendo il luogo dove si incrociano, più che in tutti gli altri generi, la tecnica ed il sentimento.
Il compito del fotografo diventa quindi allineare ciò che la luce rivela, o addirittura trasforma, con ciò che vuol rendere visibile nella narrazione dei luoghi. Strategie visive che serviranno poi ad “arredare” una la storia raccontata con scenografie dell’abbandono, della solitudine urbana, della periferia deserta in cui la presenza umana è negata o tutt’al più ridotta a silhouette scure e quasi informi a causa delle lunghe esposizioni.
Questo vuol dire avere una consapevolezza di ciò che la luce è in grado di restituire emotivamente a chi guarda le fotografie ma allo stesso tempo avere la padronanza tecnica del mezzo fotografico analogico o digitale che sia.

PROGRAMMA DELL'USCITA FOTOGRAFICA

Informazioni

Tutor: Angelo Azzola
Data: 05/07/2019
Località: Terracina (LT)
Costo: GRATUITO
Orari: 21.30 - 23.30

Orario

21.00 Incontro con i partecipanti
21.30 Inizio sessione
23.30 Termine del seminario

Attrezzatura richiesta

Conoscenza dei concetti base della fotografia, tanta passione voglia di confrontarsi e dialogare
Reflex digitale o analogica
Possedere almeno la copertura delle focali mediante zoom o ottiche fisse che vanno da 70 a 200mm sia nel sistema FF che APS o DX
Treppiedi fotografico

Note particolari

Durante la serata, ogni partecipante avrà modo di scattare individualmente affiancato dal tutor al fine di verificare il corretto apprendimento degli argomenti trattati.

GLI ARGOMENTI DI CUI PARLEREMO DURANTE L'INCONTRO

Come impostare la macchina fotografica nel modo migliore
La temperatura colore delle nostre immagini
Le modalità di lavoro corretta
L'esposizione fotografica mediante l'esposimetro della nostra reflex
L'esposizione fotografica con l'uso dell'esposimetro a luce incidente
La creatività fotografica grazie all'uso dei tempi lunghi di esposizione

a

MODULO DI ISCRIZIONE AI CORSI ESTIVI TERRACINA

DOVE SIAMO E COME CI PUOI CONTATTARE

RFPWORKSHOP - Terracina (LT) - per maggiori info: Angelo Azzola 338 9599393